:: CHI E' GAIA :: LE RISORSE DI GAIA :: NEWSLETTER :: AIUTO
5x1000_a_gaia_italia

Prossimi Eventi

Nessun evento
QUATTROZAMPE

Registrati

Informazioni per i registrati nel periodo 1996 - 2008



Link

DIAMOCI LA ZAMPA
www.diamocilazampa.it
ECO IDEARE
www.ecoideare.it
DOGALIZE
www.dogalize.com 
Condividi su facebook

In linea ora

 28 visitatori online
cani-facebook           ADOZ_96             LogoEcoAlfabetoLibriGaia            nebbia giorgio     Image_1

loghinoManifestazione animalista per chiudere stabulari, allevamenti e “stanze di tortura”

Sabato 5 giugno a Bresso (Mi)

Prende il via la campagna “Fermiamo Harlan”, azienda di allevamento di animali da laboratorio anche transgenici e di “servizi di vivisezione” per conto terzi. In Italia, la campagna è promossa e condotta in prima battuta dalle associazioni Gaia Animali & Ambiente e Animalisti Italiani, con il sostegno dell'associazione internazionale People for the Ethical Treatment of Animals (PETA) e la collaborazione di Oipa Italia, Lida Milano, LAV Milano, Diamoci La Zampa, LEAL.

Un presidio e un corteo indetti per costringere alla chiusura i laboratori dove si manipolano animali geneticamente modificati e si svolgono esperimenti di vivisezione su animali di tutti i tipi. L’obiettivo è anche quello di portare alla chiusura di un imponente allevamento di animali transgenici e di animali domestici da laboratorio nei dintorni di Milano.

Il corteo è previsto per sabato 5 giugno 2010, dalle ore 14.30 alle ore 17.30, dalla piazza del Comune di Bresso (Mi) in Via Roma 25 fino agli stabilimenti di Harlan Italy di Bresso, in Via del Duca Lillo 10 (di fronte all’ingresso principale della ditta Zambon).

Harlan è un’azienda americana nata 70 anni fa che fornisce laboratori di mezzo mondo con servizi di chirurgia, servizi transgenici, servizi di analisi genetica, servizi di monitoraggio sanitario, animali da laboratorio.

La campagna contro Harlan intende denunciare il business miliardario dei "Farma Serial Killer" e i danni arrecati alla scienza e alla salute pubblica dagli esperimenti su animali, un modello fuorviante e sbagliato che serve unicamente agli interessi consolidati delle multinazionali farmaceutiche.

Per info generali: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. - www.fermiamoharlan.blogspot.com

Per partecipare al corteo: tel. 02.86463111 – 331.6439958

Cristina Donati – resp. iniziative Gaia Animali & Ambiente

Edgar Meyer – presidente Gaia Animali & Ambiente

 

caneCome sempre, vincerà la simpatia. E vinceranno il più “in forma” (Premio Panzerotto), quello con le orecchie più lunghe (Premio Dumbo), il quattrozampe più anzianotto (Premio Fedeltà), quello più birbaccione adottato da un canile, il più fortunato adottato dalla strada, quello con la storia più commovente ecc. ecc. Non mancherà, naturalmente, il Premio Best in Show. Ma vinceranno un po’ tutti, anche perché -se sono previste ben 20 coppe- tutti i “concorrenti” riceveranno un attestato di partecipazione.

Di che si tratta? Di “Zampine Amiche”, sfilata di Cani Fantasia (a Opera, domenica 23 maggio al Parco di Via Guareschi), organizzata dall’associazione Diamoci La Zampa (consorella di Gaia) e dal Comune di Opera.

L’allegra sfilata canina, giunta con successo all’undicesima edizione, è aperta a tutti i cani e non solo a quelli di razza. “E’ una “gara” dove pedigree, eleganza e acconciature non contano: conta solo la simpatia”, spiega il portavoce di Diamoci La Zampa, Edgar Meyer. “La sfilata è un pretesto per passare una giornata in allegria con il proprio quattrozampe, ma anche per sensibilizzare tutti su un corretto rapporto con gli animali”.

 Le iscrizioni si ricevono, a partire dalle 13.30, direttamente al Parco. Le sfilate semiserie cominceranno alle 15.00. Tutti coloro che sfilano riceveranno un attestato di partecipazione, a ricordo della festa e un dono per i propri amici con la coda. Il ricavato dell’iniziativa servirà al mantenimento dei trovatelli a quattro zampe che l’associazione mantiene a proprie spese.

Ma centrale, nella giornata, sarà la sfilata semiseria (dove né quattrozampe né accompagnatori, cioè, devono prendersi troppo sul serio). “In quest’insolita kermesse, per una volta, anche meticci, bastardini e trovatelli potranno aspirare alla coccarda dei vincitori, sfilando accanto ai loro “padroni” con la stessa gioia e voglia di partecipare dei loro più quotati fratelli di razza”, conclude il sindaco di Opera.

 Per info: tel. 333.8350786 - www.diamocilazampa.it

paronuzziE’ uscito per Stampa Alternativa il nuovo libro di “Ecoalfabeto – I libri di Gaia”, la collana ideata da Stefano Apuzzo, diretta da Marcello Baraghini e Stefano Carnazzi e coordinata da Edgar Meyer.

Si tratta di “Nuove Storie naturali. Come sviluppare una relazione felice con i nostri animali” di Alessandro Paronuzzi

Nuove storie naturali rimanda intenzionalmente alle Storie naturali di Jules Renard, un classico della letteratura anticipatore dell'osservazione etologica. L'intento di Alessandro Paronuzzi, veterinario che abitualmente tiene incontri nelle scuole, è di formare persone con una forte coscienza animalista, in grado di condividere un rapporto felice uomo-animale.

Questa è la storia di Joy, un giovane pastore tedesco vittima di un soggetto che di umano e con il genere umano ha ben poco da condividere.
Siamo a Caltanissetta. Il tutto ha inizio con una provvidenziale telefonata giunta alle ore 10.30 del 24 novembre scorso al nuovo Servizio di Vigilanza Zoofila L.I.D.A. (Lega Italiana Diritti dell’Animale) della stessa città a far attivare i soccorsi per questo giovane amico a quattro zampe.
Il segnalante riferisce di un cane sdraiato sul ciglio di una strada che perde sangue dal muso. In pochi minuti  due Guardie Zoofile della L.I.D.A. raggiungono il luogo indicato trovandovi una scena raccapricciante. Il povero animale giace in evidente stato di shock ed estrema sofferenza. Subito trasferito in un vicino ambulatorio veterinario, viene visitato con la massima urgenza. Si rende necessaria un’immediata sedazione per evitargli altre atroci sofferenze, gli vengono praticate le prime cure consistenti nella somministrazione di fluidi, immediati gli esami del sangue per valutare il grado di emorragia e le condizioni generali, seguiti dagli esami radiografici per valutare la gravità dei danni facciali.
La lastra conferma ciò che tutti temono, ma che nessuno vuole credere.
Non si è trattato di un incidente, né della morsicatura di un altro cane:
Joy è stato colpito da una fucilata! Un colpo sparato da un fucile da una distanza molto ravvicinata