:: CHI E' GAIA :: LE RISORSE DI GAIA :: NEWSLETTER :: AIUTO
5x1000_a_gaia_italia

Prossimi Eventi

Nessun evento
QUATTROZAMPE

Registrati

Informazioni per i registrati nel periodo 1996 - 2008



Link

DIAMOCI LA ZAMPA
www.diamocilazampa.it
ECO IDEARE
www.ecoideare.it
DOGALIZE
www.dogalize.com 
Condividi su facebook

In linea ora

 92 visitatori online
cani-facebook           ADOZ_96             LogoEcoAlfabetoLibriGaia            nebbia giorgio           Menù Vegetariano
copertina una vita per loroCome un romanzo, consigli per tornare a una maggiore “naturalità” del cibo per animali
Intolleranze alimentari e allergie negli animali sono causate dagli allevamenti intensivi

Da oggi, 3 novembre, in tutte le librerie il racconto “UNA VITA PER LORO. Storia di Sergio Canello, veterinario illuminato” a cura di Edgar Meyer e Alessandro Ciorba, per i tipi di Stampa Alternativa (collana Ecoalfabeto – I Libri di Gaia).
Questo libro racconta, come fosse un romanzo, la vita di Sergio Canello: prima veterinario omeopata (che cura tenendo presente sia l’aspetto fisico sia quello mentale di ogni singolo individuo) poi esperto di alimentazione degli animali e infine fondatore di un’azienda di petfood che non utilizza prodotti chimici e carne da allevamento intensivo.
Il libro –non un saggio bensì un racconto, ricco di dialoghi e di cambi di scena– sviluppa informazione sul ruolo centrale dell’alimentazione sulla salute. La chiave di lettura è sintetizzata da questo slogan: l’alimentazione, da primo veleno a prima medicina.
“Una vita per loro” racconta le gesta, gli studi e gli aneddoti di un medico veterinario “controcorrente”. Attraverso l’evoluzione della biografia del veterinario (e di episodi raccontati in presa diretta) si mostra il ruolo di precisi inquinanti nello sviluppo di decine di reazioni difensive dell’organismo di cani e gatti, erroneamente chiamate patologie. “Ciò che ci svela Sergio Canello è un altro dei frutti avvelenati degli allevamenti intensivi”, dichiara il presidente di Gaia Animali & Ambiente Edgar Meyer, uno dei due autori. “Gli allevamenti intensivi, campi di concentramento per i quali sono necessari veri e propri bombardamenti di farmaci e antibiotici, non sono solo un orrore dal punto di vista etico, ma anche un pericolo per la salute degli animali domestici e dell’uomo”.
giorgionebbiadi Giorgio Nebbia

Una giovane professoressa australiana, Nerilia Abram, specialista di problemi del clima terrestre, ha di recente pubblicato nella rivista “Nature” un articolo sostenendo che i peggioramenti climatici che stiamo conoscendo hanno le loro radici in eventi che risalgono ai primi decenni dell’Ottocento, all’inizio della rivoluzione industriale. D’altra parte il biologo americano Eugene Stoermer (1934-2012) e il chimico olandese Paul Crutzen (premio Nobel) anni fa avevano suggerito il nome “antropocene” per una nuova era geologica caratterizzata dalle più vistose modificazioni della Natura da parte dell’uomo e ne avevano indicato l’inizio nel 1784, l’anno in cui James Watt (1736-1819) ha perfezionato la macchina a vapore.
sfilata forlanini 2016 181106753-b8e7fdf7-a4c5-424f-99fb-4d6c8c8b7790E' stato un bel successo (anche quest'anno) il 26.mo raduno cani Simpatia, organizzato da Diamoci La Zampa e Gaia Animali ed Ambiente.

sfilata forlanini 2016 181106397-7f6c660d-dec0-4a62-a6ef-3932c54d8a5cIl vincitore assoluto, il cane che rappresenta questa giornata, il nostro Best In Show di questo 26.mo raduno è stata Lucy, una cagnolona cieca e sorda. Cosa che non le impedisce tuttavia di essere un cane perfettamente normale nel dare e ricevere amore dalla famiglia Contatto, di cui è fedele compagna di vita da 14 anni.

sfilata forlanini 2016 181106376-b1676d27-d067-4a57-88df-9bc6a1bed049Tante le storie commoventi, allegre o divertenti che ci avete raccontato: storie di cani abbandonati a se stessi, condannati a morte certa nelle campagne del sud Italia, là dove ancora non esiste una seria ed organizzata battaglia al randagismo per la mancanza delle istituzioni. Infatti la salvezza di tanti cani passa per le mani, spesso, troppo spesso povere e carenti di mezzi, di un piccolo manipolo di volontari che tuttavia credono nella possibilità di dare una nuova speranza di vita a chi speranza non ne ha mai avuta. E' il caso di Isotta (10 mesi di vita), che arriva dall’associazione catanese “i cuccioli dell'etna”. Di Simba, trovato vagante in Puglia, scacciato da un pastore, timoroso degli uomini, che sta cercando il riscatto dalle sue paure grazie alla sua nuova famiglia. Alice,Wisky,Dasty,Willy arrivano da varie parti del sud, hanno appena pochi mesi ed hanno raggiunto il nord con la speranza di trovare una famiglia che li ami per sempre. Fox, figlio di una randagia dell'Aquila, nato durante il terremoto in Abruzzo, ora splendidamente accasato a Milano. Rocky, abbandonato nelle strade della Sicilia e ora milanese al 100%... Bosco ha vissuto cinque anni in canile: prima in Calabria e poi a Roma. Ora ha trovato la sua famiglia a Peschiera Borromeo . Bella, scacciata da un pastore che non voleva cuccioli, arriva dalla Calabria. Pongo, scuignizzo sopravissuto alle strade di Napoli. Batman, altro randagiotto della Puglia ...e tanti altri ancora, ognuno con la sua storia di paura ed abbandono conclusasi con un happy end.
altUN CUCCIOLO CHE HA BISOGNO DEL VOSTRO AIUTO:
Rocky è un amore di cagnetto, curioso e coccolosissimo. Dopo il nulla che ha vissuto ha tanta voglia di imparare e conoscere il mondo.

Questo piccoletto ha passato tutta la vita (classe 2008) in un pollaio in un bosco, una vita di merda in tutti i sensi. I suoi salvatori hanno dovuto lavarlo tre volte per togliergli la puzza di dosso. Adesso è da noi al rifugio, gli stiamo facendo comprendere che esiste anche altro, oltre alle galline e al nulla. A breve sarà pronto per l’adozione e una vita nuova. Venite a conoscerlo!

AIUTIAMO ROCKY:
E’ sufficiente versare 16 euro al mese, specificando la causale “adozione a distanza” ed eventualmente il nome del proprio beniamino, scelto fra le foto disponibili http://gaiaitalia.it/home/contattaci.html In caso non ci fossero preferenze, l’associazione sceglierà per l’adottante il cane o il micio più bisognoso di adozione.

Si può scegliere fra due modalità di pagamento:

  • bollettino postale o bonifico sul c.c.p. nr. 46940599 (IBAN IT82E 0760101600000046940599 per i bonifici) intestato a Gaia Animali&Ambiente Onlus – C.so Garibaldi 11 – 20121 Milano; (N.B. per chi sceglie di aiutarci tramite bonifico, specificare sempre il proprio nome e indirizzo completo per poter ricevere l’attestato e i successivi aggiornamenti)
  • bonifico bancario sul c.c. IBAN:  IT21N 03359 01600 100000119549 presso Banca Prossima - Milano, intestato a Gaia Animali&Ambiente Onlus

Si riceverà così un attestato di adozione con la foto e tutti i dati inerenti al nuovo amico quattro zampe, con la possibilità  di  andarlo a trovare previo accordo coi gestori del rifugio. Chi volesse avere periodici aggiornamenti su Rocky ci comunichi il suo indirizzo email.

GRAZIE DI CUORE!