:: CHI E' GAIA :: LE RISORSE DI GAIA :: NEWSLETTER :: AIUTO
5x1000_a_gaia_italia

Prossimi Eventi

Nessun evento
QUATTROZAMPE
Condividi su facebook
cani-facebook           ADOZ_96             LogoEcoAlfabetoLibriGaia            nebbia giorgio           Menù Vegetariano

stambecchiL’Associazione Gaia Animali & Ambiente, per onorare la memoria di Renzo Videsott-pioniere dell’ambiente e salvatore, nel secondo dopoguerra, del Parco Nazionale del Gran Paradiso, degli stambecchi e dei camosci- invita alla XXXII Camminata ecologica “Renzo Videsott” di domenica 12 settembre.

La XXXII Camminata Renzo Videsott, come la prima camminata svoltasi il 23 settembre 1979, vuole essere “…una giornata informale sul Parco del Gran Paradiso, nell’ambiente e nello spirito cari a Renzo Videsott”.

Partendo dal villaggio di Vers le Bois si salirà al casotto di Orvielle percorrendo una mulattiera che si snoda con ampie svolte in una splendida foresta di conifere, una delle più estese di tutto il PNGP. E’ una comoda passeggiata, molto adatta anche ai bambini, che segue l’antica strada di caccia del Re Vittorio Emanuele II, fino al casotto di Orvielle, un tempo casa reale di caccia.

Tutto il percorso offre interessanti colpi d’occhio sulla Grivola e sul Gran Nomenon, che assumono, salendo, sempre maggiore imponenza. Sul fondo della valle appaiono le bianche pareti nord del Gran Paradiso, del Ciarforon e della Becca di Monciair.

La Camminata sarà accompagnata da Guardiaparco cortesemente messe a disposizione dalla Direzione del PNGP.

 Il percorso attraversa luoghi incantevoli. Resi ancora più incantevoli da una certezza: alle Camminate si “incontra” Videsott ad ogni passo. Si può avvertire il suo operato su ogni roccia, lungo ogni sentiero, dietro ogni albero secolare. Perché il suo spirito è lì. Perché non ci sarebbe oggi il Parco Nazionale del Gran Paradiso, nel suo attuale splendore, se non ci fosse stato Renzo Videsott, con la sua cocciutaggine. Le “Camminate Videsott”, dunque, non sono “solo” delle splendide passeggiate per alcuni dei luoghi più affascinanti d’Italia. E non sono “solo” l’occasione per confrontarsi con appassionati della natura venuti da tutto il Nord-Italia per parteciparvi. Sono anche l’occasione per onorare la memoria storica di uno dei principali protagonisti del movimento ecologista italiano ed internazionale e, con esso, simbolicamente, di tutte le battaglie a salvaguardia della natura e delle sue risorse.

Ecco, allora, cosa sono “anche” le “Camminate Videsott”: rappresentano un gesto di affetto e di riconoscenza. Affetto e riconoscenza per un uomo che ha scritto una delle pagine più appassionanti (ed importanti) della storia della protezione della natura. La quale è parte integrante della storia d’Italia e, anzi, di questa storia rappresenta una delle parti più belle.

Edgar Meyer
presidente Gaia Animali & Ambiente

Programma

ore 9.00 - Ritrovo presso il piazzale del villaggio Vers le Bois davanti all’oratorio:
Partendo da Dégioz prendere a piedi la strada che conduce a Creton. Appena superato il ponte in cemento -che si incontra dopo alcune centinaia di metri- girare sulla destra e raggiungere il piazzale del villaggio Vers le Bois.

ore 9.30 - Partenza:
Partendo dal villaggio di Vers le Bois si salirà al casotto di Orvielle percorrendo una mulattiera che si snoda con ampie svolte in una splendida foresta di conifere, una delle più estese di tutto il P.N.G.P.
E’ una comoda passeggiata, molto adatta anche ai bambini, che segue l’antica strada di caccia del Re Vittorio Emanuele II, fino al casotto di Orvielle, un tempo casa reale di caccia.
Tutto il percorso offre interessanti colpi d’occhio sulla Grivola e sul Gran Nomenon, che assumono, salendo, sempre maggiore imponenza. Sul fondo della valle appaiono le bianche pareti nord del Gran Paradiso, del Ciarforon e della Becca di Monciair.

DATI TECNICI

• Grado di difficoltà: E (Escursionistico) – Sentiero Reale

• Tempo medio di percorrenza in salita: 2 ore e 00 minuti
• Tempo medio di percorrenza in discesa: 1 ora e 30 minuti
• Quota di partenza: mt. 1.545
• Quota di arrivo: mt. 2.168

ore 12.00 - Santa Messa;

Per chi lo volesse vi è la possibilità di proseguire sino ai laghi di Djuan attraverso pascoli popolati da camosci e marmotte.

ore 13.00 - Pranzo al sacco;

ore 15.00 - Rientro per la via di salita;

ore 17.00 - Arrivo a Dégioz.

La Camminata sarà accompagnata da Guardie cortesemente messe a disposizione dalla Direzione del PNGP e si svolgerà con qualsiasi condizione di tempo
Tutto il percorso si svolge su mulattiera e sentieri. Sono necessari scarponcini da trekking (consigliati i bastoncini). Occorre che ognuno provveda al proprio pranzo al sacco oltre all’abbigliamento adeguato alla quota (maglioni, giacche a vento, ecc.).
Si suggerisce di portare con sé il binocolo, macchina fotografica, ecc.

Infos per partecipanti: 333.8350786 (Alessandra Corbella) / 335.5740786 (Carlo Rastel Bogin) / 348.2900147 (Edoardo Casolari)