:: CHI E' GAIA :: LE RISORSE DI GAIA :: NEWSLETTER :: AIUTO
5x1000_a_gaia_italia
QUATTROZAMPE
Condividi su facebook
cani-facebook           ADOZ_96             LogoEcoAlfabetoLibriGaia            nebbia giorgio           Menù Vegetariano
altromercato_insegna180Oggi la gamma di prodotti del commercio equo e solidale e' vasta ed appetitosa.
Nelle Botteghe Altroconsumo si trovano caffe', cacao e biscotti per la prima colazione. Ma non solo.
Per pranzo, occhieggiano dagli scaffali molte varieta' di pasta e riso. Con uno stuzzicante tocco d'esotismo.
Ecco i fusilli BIO, ad essiccazione lenta, prodotti in Italia senza trattamenti chimici e arricchiti con farina di quinoa. La quinoa è un vegetale della famiglia degli spinaci, un alimento delle popolazioni andine (cresce ad alta quota), ricchissima di elementi nutritivi. Colore e consistenza, sono identici, il profumo e' lievissimo, la cottura identica a quelli Barilla.
altromercato_vetrina_vivaSi trova anche riso da ogni parte del mondo, come l'"indica", proveniente dall'Ecuador, o il riso indiano, salse e condimenti.
Poi, molte delicatessen, tra cui le Perlitas e le Cik, arachidi e nocciole ricoperte di cioccolato.
scaffali_equosolidalConsigli amichevoli?
Segnaliamo qui, per la loro bonta', due prodotti. Uno e' il "te' dall'India" - agricoltura biologica - aromatizzato al mango. Il profumo e' dolcissimo e persistente, l'aroma e' delizioso e non ha il retrogusto amaro dei te' "inglesi". Ottimo.
L'altro e' la confezioncina di cacao del CTM-Altromercato.
E' "fair trade". E' biologico, prodotto senza diserbanti, concimi e pesticidi. E' poco calorico, perche' e' cacao magro, ma ricco di sapore (non e' trattato industrialmente).
Siamo sicuri che non e' transgenico, ne' addizionato con emulsionanti OGM. Fa bene, perche' le virtu' positive del cacao e del cioccolato sono note a dietologi e nutrizionisti. Insomma, quando lo inscatoleranno in cartoncino riciclato (ancora non ci sono arrivati) potremo dire: e' un prodotto perfetto, e' l'elisir, il bene inscatolato!
Ecco perche' affermiamo che tali prodotti sono piu' buoni.
Lo sono in tutti i sensi. Il nostro messaggio e': il cibo deve essere buono. Buono, pero', non solo per le papille gustative.
Deve essere buono per il nostro stomaco e per il nostro organismo, non contenere sostanze dannose.
Dev'essere buono e gentile anche con l'ambiente, i processi produttivi devono rispettare l'ecologia.
Buono per gli animali, che ci donano i loro frutti - dunque non devono implicare maltrattamenti e sofferenze. E, anche, buono per i contadini e i lavoratori.
In questo modo conterra' non solo intatti i nutrienti e le vitamine. Avra' anche le vitamine della coscienza pulita.
Con i marchi: MONDOVERO, ETNOLAND, CTM-Altromercato, sono da poco in vendita nelle catene di grande distribuzione (prime fra tutte Esselunga, GS-Carrefour) e da qualche anno in Botteghe sparse in tutta Italia, una vasta gamma di prodotti col marchio del "consumo equo e solidale".

telo_equosolidal_160Cacao, caffe' e cioccolato, riso e pasta, sono PIU' BUONI se provenienti da queste cooperative di produttori. E spiegheremo perche'.
La puntata di Report in onda su RaiTre il 4 ottobre 2001 ha indagato sull'argomento. La barretta di cioccolato presa in esame, firmata da "Mondovero", costava un po' piu' delle barre di cioccolato piu' economiche (e un po' meno di quella piu' cara).
Sulla confezione c'era scritto che proveniva da una cooperativa di produttori del Ghana. L'inviata s'e' recata in Ghana, telecamera in spalla, a verificare, a toccare con mano.
Per prima cosa, risulta vero che le organizzazioni di consumo equo e solidale corrispondono ai contadini, per il loro prodotto, un prezzo effettivamente piu' alto. Cio' e' fondamentale. Ma bastera' per definirlo equo?