:: CHI E' GAIA :: LE RISORSE DI GAIA :: NEWSLETTER :: AIUTO
5x1000_a_gaia_italia

Prossimi Eventi

Nessun evento
QUATTROZAMPE
Condividi su facebook
cani-facebook           ADOZ_96             LogoEcoAlfabetoLibriGaia            nebbia giorgio           Menù Vegetariano

ayurveda imagesIl Centro Yoga Shankara presenta, sabato 30 gennaio presso il Centro Civico di San Bovio (Via Trieste) – Comune di Peschiera Borromeo (Mi)

“Ayurveda e Yoga: educare alla salute, educare alla gioia”

L’ intento di questo incontro, aperto alla cittadinanza e gratuito, previsto per la mattinata di sabato 30 gennaio 2016 in occasione dell'iniziativa YogaPorteAperte, è di far conoscere una serie di semplici indicazioni, rimedi e pratiche che, pur appartenendo ad un’antichissima tradizione orientale, si rivelano estremamente attuali, utili e benefiche e possono essere di grande aiuto per migliorare la qualità della nostra vita in modo dolce, naturale ed ecologico.

L’evento è articolato in tre momenti: conferenza, pratica yoga e laboratorio creativo per i bambini.

PROGRAMMA

1. Conoscersi con l’Ayurveda
Conferenza a cura di Alessandra De Giorgi, ore 10:30

L’ayurveda è la conoscenza della vita, ovvero un sistema antichissimo di medicina olistica che prende in considerazione ogni aspetto della vita di una persona. E’ una vera e propria “filosofia di vita”, un valido mezzo per conoscere la realtà in cui viviamo entrando in armonia con la natura. Lo scopo dell’ayurveda è mantenere una buona salute attraverso la cura del corpo: seguendo delle regole per la routine giornaliera, un’alimentazione mirata, purificazioni stagionali, trattamenti specifici e l’uso di integratori alimentari a base di erbe, si può raggiungere e mantenere il benessere fisico. L’ayurveda è parte dello yoga e lo yoga dell’ayurveda.
E' previsto anche un piccolo intervento del presidente di Gaia Animali & Ambiente, Edgar Meyer, sui benefici della dieta vegetariana/vegana

2. Energia, salute e buon umore con il kriya yoga!

Pratica yoga di “risveglio energetico” con semplici e divertenti esercizi dinamici della tradizione himalayana e rilassamento guidato a cura di Patricia Meyer, ore 11:30

Yoga, arte antica, sacra scienza della vita, filosofia del benessere, cammino iniziatico … Il suo obiettivo è quello di incrementare la stabilità interiore e la vitalità attraverso la disciplina mentale. Le tecniche dello yoga offrono profondi benefici e l’effetto combinato di diversi esercizi che coinvolgono il respiro, il rilassamento e la concentrazione permettono di fortificarsi di fronte alle molteplici sfide della vita. Decisiva è la comprensione della differenza tra il concetto di rilassarsi e quello di rilasciare la tensione: il primo propone un aspetto di passività, il secondo presuppone una presa di coscienza delle condizioni di partenza, seguita da un impegno attivo, dal quale scaturisce la forza per liberarsi da una condizione avversa, rivelando così nuove prospettive e potenzialità.
La pratica proposta è accessibile a tutti, principianti e praticanti esperti.

3. Il sentire dei bambini
Laboratorio di “yoga creativo” per i più piccoli a cura di Claudia Rossetti, ore 10:30

Nel nostro mondo civilizzato e tecnologico, caratterizzato dal vertiginoso ritmo dei cambiamenti, anche la realtà dei bambini è mutata. Oggigiorno anche i più piccoli sono continuamente esposti alle tensioni della vita moderna e della competizione che si crea sovente in un sistema educativo molto formalizzato, dove troppo spesso vengono a mancare gli spazi e i momenti di gioco e libertà, fondamentali per crescere in armonia e buona salute. Yoga è un valido mezzo per aiutare i bambini a superare i disagi causati dalla frenesia della vita moderna, permettendo loro di ascoltarsi, recuperare naturalezza, liberare l’innata intelligenza emotiva, imparare a stabilire relazioni genuine, stimolare la creatività e soprattutto sviluppare il piacere del giocare insieme…

INFO: Patricia Meyer – Centro Yoga Shankara
Tel 334 2383810 / 02 7533702
Email: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.