:: CHI E' GAIA :: LE RISORSE DI GAIA :: NEWSLETTER :: AIUTO
5x1000_a_gaia_italia

Prossimi Eventi

Nessun evento
QUATTROZAMPE
Condividi su facebook
cani-facebook           ADOZ_96             LogoEcoAlfabetoLibriGaia            nebbia giorgio           Menù Vegetariano

botti-capodanno2Il Comune di Peschiera Borromeo, su suggerimento dell’Ufficio Diritti Animali gestito dall’associazione Diamoci La Zampa, ha prodotto un’Ordinanza di divieto di utilizzo di petardi, botti e artifici pirotecnici su tutto il territorio comunale.

L’Ordinanza, approvata il 5 dicembre, vieta “l’accensione ed i lanci di fuochi d’artificio, lo sparo di petardi, lo scoppio di mortaretti, razzi ed altri artifici pirotecnici in tutte le vie, piazze o aree pubbliche dove transitano o siano presenti delle persone”.

L’Ordinanza è stata adottata in considerazione degli “oggettivi pericoli per le persone, dei rumori molesti causa di disagio e oggetto di lamentele da parte di molti cittadini e del fatto che botti, petardi e fuochi sono causa di stress, morte, ferimenti e traumi per cani, gatti, animali domestici ed uccelli”, come dice il sindaco Antonio Salvatore Falletta.

“L'udito del cane e del gatto è molto superiore a quello dell'uomo”, conferma Edgar Meyer, responsabile dell'Uda peschierese e presidente di Gaia. “Noi abbiamo una finestra uditiva compresa tra le frequenze denominate infrasuoni (al di sotto dei 16 hertz) e quelle denominate ultrasuoni (al di sopra dei 15.000 hertz), il cane invece percepisce fino a 60.000 hertz e il gatto fino a 70.000. Il cane è in grado di udire frequenze superiori alle 80 mila vibrazioni al secondo, la sua sensibilità uditiva è talmente alta che i botti gli causano un vero e proprio dolore”.

Nella notte di Capodanno e nei giorni precedenti sono moltissimi i cani e i gatti che, fuggendo dalle abitazioni e dai giardini, finiscono vittime di automobili e causano incidenti. Per non parlare degli uccelli che, disorientati e impauriti, spesso urtano contro gli alberi o gli edifici rischiando di ferirsi e di morire. Molto spesso, inoltre, muoiono assiderati dal freddo, nell'impossibilità di ritrovare il proprio riparo, e di stress. “Il Capodanno sia un giorno di festa”, aggiunge Meyer, “ma lo sia per tutti, animali compresi.

Peschiera Borromeo fa da apripista, ma altri Comuni della provincia di Milano si stanno accodando, da Buccinasco a Melegnano.

L’Ufficio Diritti Animali del Comune di Peschiera, con le associazioni Diamoci La Zampa e Gaia, ha predisposto un decalogo per salvaguardare gli animali nel periodo “turbolento” - vedi altra new del sito.

Chi volesse ricevere l'Ordinanza di Peschiera per proporla al proprio Comune puà scrivere a Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. o Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.  

Chi, invece, volesse esprimere la propria soddisfazione al sindaco per questa piccola operazione di civiltà può scrivere a Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.  

Per sostenere Gaia nelle sue attività a favore dei diritti animali:
dona il tuo 5 x 1000 a Gaia: c.f. 97160720153
C/C postale: n. 46940599 (IBAN IT82 E07601 01600 000046940599 per bonifici).
C/C bancario Banca Intesasanpaolo 6250159970/86 (IBAN IT81 G030 6909 4776 2501 5997086)  intestato a Gaia Animali&Ambiente Onlus – C.so Garibaldi 11 – 20121 Milano